mercoledì 7 marzo 2018

Come ho scritto un libro per caso


Questa mia recensione al romanzo "Come ho scritto un libro per caso" di Annet Huizing, edito da Nuova Frontiera Junior, è stata pubblicata sul Quotidiano del Sud


Romanzo, diario e insieme piccolo manuale di scrittura creativa. “Come ho scritto un libro per caso”, esordio narrativo dell’olandese Annet Huizing, edito da Nuova Frontiera, è una storia che riesce nell’impresa di essere scritta alla perfezione e nello stesso tempo toccare il cuore (come invece non sempre sono capaci i libri scritti troppo bene). Huizing, consulente editoriale e autrice di testi educativi per ragazzi, conosce il mestiere e presta la sua esperienza al personaggio della straordinaria Lidwien, scrittrice di mezza età a cui si rivolge la tredicenne Katinka, sua vicina di casa, per prendere lezioni di scrittura creativa. A questo punto si intuisce come questo libro incanterà chi nella vita scrive per lavoro o per passione. Risulterà vano, per costoro, sottrarsi al carisma di Lidwien: mentre l’amicizia tra la donna e la ragazzina si consolida durante chiacchierate letterarie e sessioni di giardinaggio, il libro regala preziosi consigli su come diventare narratori. I dialoghi, l’incipit, lo “show, don’t tell”, il cambio di prospettiva. Ogni esperimento di Katinka è l’occasione per riflettere sul lavoro dello scrittore e il suo rapporto con i lettori. Cosa scrivere e come. Sentire, imparare, persino copiare. Inventare, celare, dire la verità. Ma, proprio perché siamo leggendo anche un delizioso romanzo, gli esercizi creativi della tredicenne s’intrecciano con la sua vita con il padre, il fratellino Kalle e il vuoto lasciato da una dolcissima mamma scomparsa quando lei aveva soltanto tre anni. A complicare le cose c’è l’arrivo di Dirkje, la nuova fidanzata di papà che a Katinka piace molto, anche se non vuole ammetterlo. Non meno complicata è la maestra: pure l’eccentrica Lidwien ha un passato dove altre assenze, sebbene diverse dalla morte, possono essere ugualmente cattive. Tra gatti paciosi, ceppi di legno abitati dagli spiriti dei ricordi e incursioni dell’era digitale, la storia – come vuole l’ideale letterario più classico - si conclude nel momento del suo vero inizio. Katinka ha finalmente scritto il suo primo libro e ha capito qualcosa sull’amore e sul dolore. Il libro, edito da Nuova Frontiera nella collana Junior dedicata ai lettori più giovani, grazie alle due magnifiche protagoniste, narra una storia trasversale alle generazioni dove ci sono la famiglia, il lutto, il dolore, la ricerca dei propri sogni e la consapevolezza che non tutti si realizzeranno. Katinka diventerà adulta e sicura di sé così come Lidwien è stata un’adolescente timida. Ed ecco che, quando la scrittrice, emozionata di rivedere su Skype un vecchio amico, corre dal parrucchiere per avere un aspetto migliore, di colpo torniamo tutte tredicenni e crediamo nella forza del primo amore, quello che non abbiamo mai dimenticato.

Nessun commento:

Posta un commento