mercoledì 21 novembre 2012

Scampia e Cariddi

(Questa mia recensione a "Scampia e Cariddi, viaggio tra i giovani del Sud al tempo della crisi" è stato pubblicato oggi, in una versione ridotta, sul Quotidiano della Calabria)

Qualcuno gli appiopperebbe subito l’etichetta della generazione “choosy”: perché provano a vincere un concorsone e “vuliss ‘a maronn”, però già lo sanno che sarebbero infelici a lasciare casa loro e stabilirsi in una brumosa periferia lombarda. Insomma è gente incontentabile: mai sia che in tempo di recessione si possa ancora ambire al tipo di vita che si vorrebbe davvero, quella per cui si è studiato, perso, rinunciato. Certo è più sbrigativo liquidarli come schizzinosi, questi giovani raccontati nel libro Scampia e Cariddi (Editori Riuniti) dai giornalisti Francesco De Filippo e Maria Frega, che è un’inchiesta con latitudine a sud ma mentre si legge la geografia non c’entra più tanto.

giovedì 8 novembre 2012

We have a Dream

Qualcuno me l’ha detto apertamente, con la spavalda spontaneità del nostro alveo localistico e naif. In fondo – mi han detto – a te cosa importa se Obama ha vinto? Quella è l’America e noi siamo in Calabria, qui non cambia nulla. A chi la pensa così probabilmente è inutile spiegare perché ho seguito quasi in diretta sul web (fuso orario e bambini permettendo…) la rielezione di Barack Obama e perché mi sono commossa e ho pensato che doveva accadere e che se non fosse accaduto sarebbe stato preoccupante. Ma io ci provo sempre, ugualmente, giacché sono calabrese e con gli altri calabresi, giocoforza, ho a che fare ogni giorno.