mercoledì 17 febbraio 2010

La minoranza dei fessi

Su “Il primo amore” trovo e leggo le riflessioni di Elsa Morante dopo la fucilazione di Mussolini. E c’è questo passaggio che mi mette i brividi: “Il popolo italiano è cosìffatto da dare i suoi voti piuttosto al forte che al giusto; e se lo si fa scegliere fra il tornaconto e il dovere, anche conoscendo quale sarebbe il suo dovere, esso sceglie il suo tornaconto”.

mercoledì 10 febbraio 2010

Su UN GIORNO COME LEI/4

Questa recensione di Francesca Viscone su "Un giorno come lei" è stata pubblicata il 7 febbraio 2010 sul Quotidiano della Calabria. Qui l'incipit del romanzo




«Il marciapiede è un mosaico di pietre a cubi contigui, con un effetto tridimensionale che disturba l’occhio». Ho cominciato a leggerlo come un libro. E ho finito guardandolo come un film. Scena dopo scena, a camminare su quel marciapiede, a perdermi dietro fughe e pedinamenti, c’ero io. Il filo del racconto si dipanava davanti ai miei occhi con realistica plasticità.