sabato 19 agosto 2017

Il principe ranocchio


Questa mia recensione allo spettacolo "Il principe ranocchio" diretto da Melina Pellicano è stata pubblicata sul Quotidiano del Sud



REGGIO C. – Tante famiglie, tanti bambini in platea accanto a genitori e nonni, immersi insieme nell’atmosfera incantata di uno spettacolo che a Catona Teatro ha conquistato un pubblico di tutte le età. Nell’appuntamento pre-ferragostano con la rassegna, in riva allo Stretto si è materializzato l’allegro stagno delle creature fiabesche che popolano la storia del “Principe Ranocchio”, ispirata dal popolare racconto dei fratelli Grimm. Tra cinguettii e fluidi suoni d’acqua, si svolge la vicenda di Frederik, principe mutato in rospo dal maleficio della strega Baswelia, ex aspirante sposa che lui aveva rifiutato e deriso. Per ritornare umano, l’ormai ribattezzato Frog deve trovare una fanciulla che abbia il sangue freddo di baciarlo sull’umido grugno da rana.

martedì 18 luglio 2017

Del dirsi addio

Questa mia recensione al romanzo "Del dirsi addio" di Marcello Fois, edito da Einaudi, è stata pubblicata sul Quotidiano del Sud

La scrittura di Marcello Fois ha una sorprendente qualità pittorica: colori, sfumature e dettagli si depositano sulla pagina e prendono vita come accade nel dipinto di un autore di talento. L’effetto sul lettore è di trovarsi anche lui lì, dove tutto si sta muovendo tra cieli gessosi e poi lividi di gelo, nevicate capaci di coagularsi con gli stati d’animo dei personaggi, piogge punitive o liberatorie.

Per interposta persona

Questa mia recensione-intervista al romanzo "Per interposta persona" di Rocco Familiari edito da Marsilio è stata pubblicata sul Quotidiano del Sud



Un gioco a tre sentimentale raffinato, che procede tra ricognizioni cerebrali, atmosfere attraversate da echi di arte e musica colta e, a cerchi concentrici, verso il nucleo più carnale del desiderio. A guidare le redini, però, non sono i personaggi, ma colui che Petrarca definì “l’ signore, anzi ‘l nimico mio”, cioè l’amore. Uomini e donne nulla possono contro questo irrazionale dominio, che vanifica ogni calcolo o previsione che si tenti per millantare un’opzione di volontà.

venerdì 16 giugno 2017

Motel Voyeur

Questo mio articolo su "Motel Voyeur", libro di Gay Talese edito da Rizzoli, è stato pubblicato sul Quotidiano del Sud.



“Ci sono quelli che fanno bird-watching, quelli che guardano le stelle, e la gente come me, che guarda l’altra gente”. In una lettera che pareva uscita da un romanzo grottesco, Gerald Foos si presentava a Gay Talese con la finta modestia di un innocuo spione un po’ naif.